Anna Pecora

Anna Pecora, nata nel 1992, ha intrapreso lo studio del violino a sette anni. Nel 2016 ha conseguito a pieni voti il Diploma di Triennio Accademico di I livello sotto la guida di Claudio Mondini presso l’ISSM “G. Puccini” di Gallarate, e nel 2018 ha ottenuto con il massimo dei voti il Diploma di Biennio Accademico di II livello presso l’ISSM “G. Donizetti” di Bergamo con lo stesso insegnante. Terminati gli studi, continua il suo perfezionamento presso il Conservatorio di Utrecht (Olanda) nella classe di Eeva Koskinen e con la masterclass di alto perfezionamento musicale di Pavel Vernikov presso l’Accademia Musicale S. Cecilia di Bergamo. Parallelamente agli studi musicali, nel 2015 ha conseguito con il massimo dei voti e la lode la Laurea Triennale in Scienze dei Beni Culturali ad indirizzo musicologico presso l’Università Statale degli Studi di Milano.

Ha collaborato con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino, con l’Orchestra Carlo Coccia di Novara (come concertino dei primi violini), con l’Orchestra Antonio Vivaldi (come concertino dei primi violini), con la Filarmonica Gioacchino Rossini, con l’Orchestra Filarmonica Italiana, con l’orchestra Donizetti Opera, con la Filarmonica del Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo (come spalla dei violini secondi) e il Colibrì Ensemble, con cui si è esibita all’Auditorium della Rai di Torino, al Teatro dal Verme e alla Sala Verdi di Milano, al Teatro San Carlo di Napoli, al Teatro Pavarotti di Modena, al Teatro Coccia di Novara, al Teatro Sociale e al Teatro Grande di Brescia, al Teatro Sociale e al Teatro Donizetti di Bergamo, al Teatro Municipale di Piacenza, all’Arena di Verona, al Teatro Filarmonico e al Teatro Ristori di Verona, alla Royal Opera House di Muscat (Oman), con solisti di fama internazionale come Martha Argeric, Mikhail Pletnëv, Plácido Domingo, Mariella Devia, Francesco Meli, Alexander Lonquich, Beatrice Rana, Salvatore Accardo, David Geringas, collaborando con direttori come James Conlon, John Axelrod, Edward Gardner, Maxime Pascal, Riccardo Frizza, Donato Renzetti, Daniele Gatti. Nel 2017 è risultata idonea alle selezioni per l’Orchestra Giovanile Italiana e per l’Orchestre des Jeunes de la Méditerranée per il Festival d’Aix-en-Provence.

Oltre al repertorio orchestrale, coltiva con passione il repertorio cameristico: sia in duo violino e pianoforte che in quartetto, trio e sestetto d’archi (anche in veste di violista) ha potuto esibirsi nelle stagioni cameristiche di differenti conservatori o al termine di corsi e masterclass presso la Sala “Fentener van Vlissingen” del Conservatorio di Utrecht, la Sala “N. Milstein” del Kungliga Musikhögskolan di Stoccolma, la Sala “A. Piatti”, il Palazzo Rodeschini, la Casa Natale di G. Donizetti e il Salone Riccardi del Teatro Donizetti di Bergamo, il Monastero di Astino (Bg), il Teatro del Popolo di Gallarate, la “Sala degli Specchi” della Villa di Breme Forno (Cinisello), il Palazzo della Cultura di Modica (Rg). La sua passione per la musica da camera l’ha portata a fondare nel 2017 con Claudio Mondini la Città Alta Chamber Music Week, un workshop estivo che si svolge ogni anno a Bergamo.
È da poco uscito (gennaio 2021) per l’etichetta Stradivarius il suo disco con musiche per due violini di Bartók e Prokofiev.
Ha frequentato corsi e masterclass di violino con Claudio Mondini, Francesca Monego, Sonja van Beek, Enzo Porta, Wezel Friedemann, Barbara Doll, Eszter Haffner, Igor Volochine, Eeva Koskinen e Daniele Pascoletti. Ha seguito corsi di musica da camera con Mats Zetterqvist, Floris Mijnders, Kate Gould, Fiona Bonds, Thomas Ruge, Jan-Ype Nota e lo Utrecht String Quartet, e ha partecipato a workshop di formazione orchestrale con Oliver Kipp, Simone Bernardini, e con le prime parti dell’Orchestra da Camera di Mantova.
 
Nel 2018 le è stato assegnato il Premio di Studio del Rotary Club Bergamo Città Alta.
Dal 2021 Anna è docente di violino dell’Accademia di Musica piccoli Mozart e il Volontè College of Music.